Ultima modifica: 27 Dicembre 2017

PIANO D’AMBITO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE  2016-2019

AMBITO TERRITORIALE LOMBARDIA n. 9

FRANCIACORTA, SEBINO, OVEST BRESCIANO

 

 

PIANO D’AMBITO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE  2016-2019

 

RIFERIMENTI NORMATIVI E AMMINISTRATIVI

  • Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al personale del Comparto Scuola per il quadriennio normativo 2006-2009 e biennio economico 2006-2007, Capo VI-La formazione, artt. 63-71;
  • Legge n. 107 del 13.07.2015, Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti, artt. 121-125;
  • Direttiva MIUR n. 170 del 21.03.2016, Accreditamento enti di formazione;
  • Nota MIUR Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione n. prot. 2915 del 15.09.2016, Prime indicazioni per la progettazione delle attività di formazione destinate personale scolastico;
  • M. n. 797 del 19.10.2016, Piano Nazionale di formazione del personale docente per gli anni scolastici 2016/17, 2017/18 e 2018/19;
  • D. USR Lombardia n. prot. 3031 del 26.10.2016 [Individuazione delle scuole-polo per la formazione]
  • Nota MIUR. Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione n. prot. 3373 del 01.12.2016, Piano per la formazione dei docenti – Trasmissione D.M. n. 797 del 19 ottobre 2016;
  • Nota MIUR. Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione. Direzione generale per il personale scolastico n. prot. 0040587 del 22.12.2016, Piano di formazione per il personale ATA;
  • Nota MIUR. Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione. Direzione generale per il personale scolastico n. prot. 1522 del 13.01.2017, Piano per la formazione dei docenti – e.f. 2016, Risorse finanziarie assegnate;
  • Nota USR Lombardia. Ufficio VII – Ambito territoriale di Lecco e attività esercitate a livello regionale in merito al personale della scuola n. prot. 1459 del 20.01.2017, Piano per la formazione docenti 2016-2019 – Progettazione e organizzazione delle iniziative formative territoriali in base ai fabbisogni.
  • Nota MIUR – Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e professione- Direzione generale per il personale scolastico del 6/03/2017 di accompagnamento del <Documento di lavoro per lo sviluppo del Piano di formazione docenti 2016-2019. Questioni operative>.
  • CM prot. 47777 dell’8 novembre 2017 “Indicazioni e ripartizione fondi per le iniziative formative relative alla II annualità Piano di formazione docenti, nonché per la formazione docenti neoassunti a.s. 2017-18 e la formazione dei temi dell’Inclusione a.s. 2017-18”

 

  1. RICOGNIZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI DEI DOCENTI E DEL PERSONALE ATA DELL’AMBITO ED INDIVIDUAZIONE DELLE AZIONI FORMATIVE DA PROMUOVERE PRIORITARIAMENTE

La rilevazione delle macroaree formative e, di conseguenza, dei corsi da promuovere e realizzare prioritariamente per il personale docente ed ATA, è stata messa a punto dai dirigenti dei 31 istituti scolastici che compongono la Rete dell’“Ambito Territoriale n. 9 – Franciacorta, Sebino ed Ovest bresciano” mediante incontri preliminari e separati  tra dirigenti degli IC e delle secondarie superiori, cui sono seguite le decisioni della Conferenza generale di rete del 7 febbraio 2017 e la costituzione di un Comitato Tecnico Scientifico, formato dai membri del Gruppo di coordinamento di ambito aperto ai dirigenti ed ai referenti delle scuole polo tematiche coinvolte nell’organizzazione e gestione dei corsi 2016-17.

In avvio dell’a.s. 2017-18 lo stesso Gruppo di Coordinamento allargato al Comitato tecnico scientifico ha avviato una revisione / aggiornamento della II annualità del Piano triennale di formazione di ambito, tenuto conto delle indicazioni contenute nella nota MIUR dell’8 novembre 2017 e dei fondi attribuiti all’ambito 9 per la realizzazione della seconda annualità del Piano

 

La ricognizione dei bisogni formativi di docenti e personale ATA effettuata durante a.s. 2016-17 ha tenuto conto:

  1. del peso rivestito, nei rispettivi Piani di formazione d’istituto, in termini di bisogno ed aspettative, da ciascuna delle aree tematiche individuate dal Piano formazione docenti 2016-2019 di cui al DM n. 797/2016, rapportate ai Piani di Miglioramento ed ai POF triennali in vigore in ciascuna istituzione scolastica;
  2. dell’individuazione, fra tali aree, di quelle di cui si auspica la presa in carico da parte del Piano formazione docenti d’ambito, per ragioni di economia di scala, complessità progettuale, prospettive di ricaduta ecc.;
  3. delle reti di scopo costituite nel 2016-17 con specifici finanziamenti a seguito della partecipazione a bandi ed avvisi pubblici, al fine di evitare duplicazione di iniziative di formazione e di operare una gestione razionale delle risorse umane e finanziarie.

 

 

 

 

  1. AZIONI FORMATIVE DA PROMUOVERE [ambito docenti]

A.S. 2016-17 [E.F. 2016]

[Quadro definitivo dei corsi pianificati]

 

1.

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo La didattica per competenze
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Promuovere la formazione relativa alle competenze didattiche, metodologiche ed educative trasversali alle diverse discipline, quali fondamento dell’unitarietà della “funzione docente” (psico-pedagogiche, metodologico-didattiche, …).

Conoscere ed impiegare una didattica laboratoriale di tipo metacognitivo ed interdisciplinare in vista della progettazione per competenze.

Promuovere l’acquisizione di competenze metodologiche inclusive per valorizzare l’esperienza e la conoscenza degli alunni.

Durata e periodo Triennale,  aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19: 1^annualità
Istituto di riferimento IIS Einaudi di Chiari
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali).

 

2.

Area priorità COMPETENZE PER IL 21MO SECOLO. Scuola lavoro
Titolo Alternanza scuola lavoro
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Sviluppo delle competenze professionali dei docenti in relazione a:

–          formazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro degli studenti come educazione curricolare;

–          formazione su utilizzo registro on line di formazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro degli studenti finalizzato a elaborazione digitale del Libretto dello studente in AS-L;

–          formazione su utilizzo di piattaforme per gestione esperienze di alternanza e di impresa formativa simulata (CONFAO e GET-IN);

–          informazione e formazione su tematiche quali allievi disabili e certificati DSA ed esperienze di alternanza / sorveglianza medica allievi in alternanza

–          formazione su pianificazione / realizzazione / valutazione di esperienze obbligatorie di alternanza scuola lavoro e/o di impresa formativa simulata

Durata e periodo Triennale, aa.ss. 2016/172017/18-2018/19:
Istituto di riferimento IIS Antonietti Iseo
Metodologie prevalenti Formazione in presenza / piattaforma e percorsi di ricerca-azione (ricognizione di buone pratiche, sperimentazione di strumenti e materiali…).

 

 

3.

Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Inclusione e disabilità
Titolo “I disturbi dell’apprendimento: la Disprassia e il potenziamento delle abilità psicomotorie e del linguaggio in un’ottica di prevenzione dei disturbi specifici dell’apprendimento”
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi (Primaria e Secondaria di I grado) e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Conoscere e approfondire in ambito clinico diagnostico il disturbo della disprassia.

Conoscere le difficoltà in contesto scolastico

Approfondire le modalità di osservazione e le azioni educativo-didattiche finalizzate alle competenze di base per lo sviluppo delle abilità grafo motorie e fonologiche. 

Durata e periodo Annuale:  aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19
Istituto di riferimento IIS Einaudi di Chiari
Metodologie prevalenti Formazione da parte di un formatore esperto, gruppi di lavoro. Condivisione di materiali sul sito web del CTI (Chiari – BS). Attivazioni di focus – group per la predisposizione di attività didattiche di potenziamento psicomotorio e del linguaggio.

 

 

 

4.

Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Inclusione e disabilità
Titolo Inclusione degli studenti con BES e ADHD
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi (Primaria e Secondaria di I grado) e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado.
  Sviluppare buone pratiche e modelli di gestione in classe degli alunni con BES e con ADHD.

Padroneggiare strumenti e strategie per la gestione della classe e per far fronte ai comportamenti impulsivi ed iperattivi.

Durata e periodo Annuale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19
Istituto di riferimento IIS Einaudi di Chiari
Metodologie prevalenti Formazione di docenti esperti, gruppi di lavoro. Condivisione di materiali in piattaforma e sul sito web del CTI di Chiari ( BS).

 

 

 

 

 5. [articolazione in 7 corsi]

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze: dalla progettazione dei curricula alla valutazione attraverso scelte metodologiche consapevoli
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisire consapevolezza di una didattica orientata alle competenze attraverso la costruzione / sistemazione di curricula disciplinari e di strumenti operativi a sostegno della didattica e del processo di valutazione.
Durata e periodo Triennale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19: 1^annualità
Istituti  di riferimento IC di Cazzago San Martino – Chiari 1 – Chiari 2 – Iseo – Rovato – Rudiano – Sale Marasino
Finalità / traguardi formativi attesi  Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

6. [articolazione in 5 corsi] : CONFERMATO A.S. 2017-18 (non + annuale; vedi 17-18 e Dlgs. 62/2017 + DM 741-742/2017]

 

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze: la valutazione delle competenze attraverso l’uso di prove standardizzate
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisire consapevolezza di una valutazione delle competenze attraverso la costruzione / sistemazione di prove strutturate a sostegno della didattica.
Durata e periodo Annuale,  aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19
Istituti di riferimento IC Adro – Trenzano 
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 7. [articolazione in 2 corsi]

 

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze. Un modello di riflessione linguistica: la grammatica valenziale.
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Fornire ai docenti gli strumenti per lavorare sulla riflessione grammaticale in un’ottica valenziale (e quindi di competenza) e secondo modalità cooperative e laboratori ali.

Progettare percorsi didattici di riflessione sulla lingua.

Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19: 1^annualità
Istituto di riferimento IC di Passirano
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

8.

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze. Pensiero computazionale: competenze, abilità, conoscenze.
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Avviare esperienze di didattica che promuovano il pensiero computazionale: imparare le basi della programmazione informatica, a “dialogare” con il computer, a impartire alla macchina comandi in modo semplice e intuitivo.

Educare i più piccoli al pensiero computazionale [capacità di risolvere problemi – anche complessi – applicando la logica, ragionando passo dopo passo sulla strategia migliore per arrivare alla soluzione].

Durata e periodo Triennale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19: 1^annualità
Istituto di riferimento IC Provaglio di Iseo
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

9. CONFERMATO A.S. 2017-18 (non + annuale; vedi 17-18 e Dlgs.60/2017 + DM applicativo in fase di elaborazione]

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze: Parlo, Canto, Suono
Destinatari Docenti Scuola Primaria degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Consolidare competenze docenti a sostegno di percorsi di apprendimento musicale orientato alla didattica per competenze.
Durata e periodo Annuale: aa.ss. 2016/17
Istituto di riferimento IC di Rudiano
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

Nb. I corsi sopra elencati e pianificati per l’a.s. 2016-17 possono prevedere duplicazioni territoriali per favorire la partecipazione dei docenti [cfr. singole schede di progetto]

 

 

 


A.S. 2017-18 [E.F. 2017]

 (Quadro dei corsi programmati indicativo, da aggiornare)

(destinatari docenti 2° ciclo / 1° ciclo / 1° e 2° ciclo)

 

Didattica per competenze e didattiche innovative per 1° (e 2°) ciclo [nb: corso n° 5 con connessioni con tema della cittadinanza globale / sostenibilità indicato da CM 8.11.17]

  1. CONFERMATO [articolazione in 2 moduli]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologia
Titolo La didattica per competenze e per assi culturali: costruire conoscenze e acquisire competenze.
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Consolidare consapevolezza delle dinamiche presenti in una situazione di apprendimento e capacità di gestirle.

Individuare strategie e metodologie adeguate a didattica per competenze

Indagare modelli e strumenti concettuali per pensare e organizzare l’attività didattica per competenze

Valutare efficacia delle azioni realizzate al fine di apportare eventuali correttivi.

Durata e periodo Triennale, aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19: 2^ annualità
Istituto di riferimento IIS Einaudi di Chiari + IIS Marzoli di Palazzolo s/O
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione)

 

 

  1. CONFERMATO (integrato) [articolazione in 7 corsi]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze: dalla progettazione dei curricula alla valutazione attraverso scelte metodologiche consapevoli
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisire consapevolezza di una didattica orientata alle competenze attraverso la costruzione / sistemazione di curricula disciplinari e di strumenti operativi a sostegno della didattica e del processo di valutazione.
Durata e periodo Triennale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19: 2^annualità
Istituti di riferimento IC Cazzago San Martino (Castelcovati-Ome) Chiari 1 (Chiari 2) – Rovato (Travagliato-Cologne-…) Rudiano (Castrezzato-Palazzolo 1) – Provaglio (Rodengo-Corte Franca) – Sale Marasino (Ome) – Ospitaletto (Castegnato)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

  1. CONFERMATO (integrato) [articolazione in 2 moduli]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze. Un modello di riflessione linguistica: la grammatica valenziale.
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Fornire ai docenti gli strumenti per lavorare sulla riflessione grammaticale in un’ottica valenziale (e quindi di competenza) e secondo modalità cooperative e laboratoriali.

Progettare percorsi didattici di riflessione sulla lingua.

Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2016/17-2017/18: 2^annualità

[Settembre – Ottobre 2018]

Istituti di riferimento IC Passirano (Ome – Cazzago – Provaglio – Erbusco (Cologne) – Corte Franca- Rodengo S.) – [Castrezzato (Cologne – Coccaglio – Castelcovati – Rovato)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

  1. CONFERMATO (integrato) [articolazione in 1 modulo]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze. Pensiero computazionale: competenze, abilità, conoscenze.
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Avviare esperienze di didattica che promuovano il pensiero computazionale: imparare le basi della programmazione informatica, a “dialogare” con il computer, a impartire alla macchina comandi in modo semplice e intuitivo.

Educare i più piccoli al pensiero computazionale [capacità di risolvere problemi – anche complessi – applicando la logica, ragionando passo dopo passo sulla strategia migliore per arrivare alla soluzione].

Coding per la matematica.  Continuazione dell’attività sul pensiero computazionale, implementando un percorso sulla matematica:

problemi aperti / chiusi – coordinate –  calcoli – disegno geometrico, con particolare riferimento alle regolarità

Durata e periodo Triennale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19:2^ annualità
Istituti di riferimento IC Provaglio Iseo/Corte Franca (Iseo-Rodengo-Cologne-Adro-Capriolo-Cazzago)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

  1. CONFERMATO (integrato) [articolazione in 1 modulo]
Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
Titolo Didattica orientata alle competenze: valutazione delle competenze di cittadinanza.
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Costruire strumenti di analisi e di osservazione in itinere delle competenze di cittadinanza promosse durante tutto il ciclo scolastico nell’ottica della valutazione.
Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18-2018/19. 1^ annualità
Istituti di riferimento IC. Cologne (Iseo-Castrezzato-Rodengo-Palazzolo1-Capriolo)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

  1. PROPOSTA NUOVA [articolazione 1 modulo]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologia
Titolo CAD 3D: strumenti di creazione, modifica e rappresentazione di modelli tridimensionali, funzioni di gestione dell’ambiente di lavoro nello spazio 3D introdotte nelle ultime versioni di AutoCAD
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Progettare in autonomia disegni tecnici tridimensionali con AutoCAD. Gestire i comandi del software sfruttando appieno le nuove funzionalità introdotte. Sfruttare le potenzialità del programma per la progettazione di tavole meccaniche, architettoniche, di arredi e/o di qualsiasi soluzione.

Il percorso formativo si propone come formazione in presenza, in modalità laboratoriale e di ricerca azione,  per consentire  ai docenti coinvolti di giungere a sintesi condivise, utili all’utilizzo qualificato ed efficace della progettazione tridimensionale e per avviare l’utilizzo degli strumenti avanzati del software CAD 3D

Durata e periodo

(nb: da confermare annualità)

Annuale: a.s. 2017/18 
Istituti di riferimento IIS Einaudi di Chiari (IIS Antonietti Iseo – IIS Marzoli e IIS Falcone di Palazzolo s/O – IIS Gigli di Rovato)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione)

 

 2. Insuccesso scolastico e contrasto a dispersione

  1. CONFERMATO [articolazione 2 moduli]
Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Coesione sociale – prevenzione del disagio sociale
Titolo Orientamento e riorientamento e lotta alla dispersione
Destinatari Docenti degli Istituti Secondari di I grado e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado – 1^ biennio
Finalità / traguardi formativi attesi Formare i docenti sui temi delle dinamiche relazionali dei gruppi classe e sull’ acquisizione/sviluppo di competenze finalizzate a leggere i segnali di disagio manifestati dagli studenti per imparare a gestirli.

Imparare ad individuare l’aspetto formativo delle discipline negli interventi quotidiani in classe al fine di permettere ai docenti di sviluppare percorsi di studio multidisciplinari attenti alle attitudini di cui i soggetti in apprendimento sono portatori.

Conoscere i diversi indirizzi di Scuola Secondaria di II° grado, le loro caratteristiche, le peculiarità delle discipline di indirizzo per aiutare gli studenti a coglierne gli aspetti fondanti da coniugare con le proprie competenze ed il progetto di vita di ciascuno.

Durata e periodo Biennale, aa.ss. 2017/18-2018/19: 1^ annualità
Istituto di riferimento IIS Marzoli di Palazzolo s/O (IIS Falcone, IIS Einaudi; IC Palazzolo 1 e 2, Chiari 1 e 2, Coccaglio, Monte Orfano, Rudiano, Castelcovati, Castrezzato, Pontoglio, Trenzano); IIS Antonietti di Iseo (IIS Gigli; IC Adro, Iseo, Rovato, Capriolo, Cortefranca, Ome, Ospitaletto, Rodengo, Castegnato, Cazzago, Passirano, Provaglio, Sale M., Travagliato)
Metodologie prevalenti Sessioni informative (es. open day per docenti del I° ciclo presso istituti del II° ciclo; lezioni in presenza e workshop; uso di piattaforma per gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici e di ricerca – azione.

 

3. Inclusione e disabilità

  1. CONFERMATO [articolazione 1 modulo]
Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Inclusione e disabilità
Titolo Competenze per una scuola inclusiva
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi; docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Conoscere-riconoscere i SEN (Special Educational Needs); riconoscere e lavorare con stili di apprendimento diversi; riconoscersi e lavorare con stili di insegnamento diversi; padronanza di metodologie pratiche, tecniche di differenziazione per “adattare” il proprio stile di insegnamento alla complessità ed alle diversità presenti in classe; conoscere approcci educativi centrati sull’allievo per aumentare presenti in classe; conoscere approcci educativi centrati sull’allievo per aumentare il potenziale di apprendimento; valutazione per l’apprendimento, valutazione dell’apprendimento; supporti tecnici didattici e strategie
Durata e periodo

(nb: da confermare biennalità)

Biennale: aa.ss. 2017/18-2018/19: 1^ annualità
Istituto di riferimento IIS Gigli di Rovato (istituti ambito 9)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione)

 

 

 

  1. CONFERMATO [articolazione 1 modulo] (sostituisce progetto n° 4 a.s. 16-17)
Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Inclusione e disabilità
Titolo Progettare l’educazione per lo sviluppo sostenibile: Intercultura e Inclusione, contesti eterogenei, competenze e saperi per gli insegnanti inclusivi
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi; docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Il sistema educativo ed inclusivo italiano nell’era della globalizzazione: l’intercultura e l’inclusione come fattore di crescita. Le competenze interculturali ed inclusive nei contesti educativi del futuro. Fare scuola in contesti multiculturali: l’educazione interculturale come risposta globale. Il profilo dell’insegnante inclusivo e la pedagogia speciale. Le pratiche educative e didattiche in un’ottica inclusiva coerente ed efficace. La scuola come spazio vitale, contesto di vita, ambiente di apprendimento.
Durata e periodo Annuale: a.s. 2017/18
Istituto di riferimento IIS Einaudi di Chiari – CTI e CIT
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione) – 10 ore-

giugno 2018

 

 

  1. CONFERMATO [articolazione 1 modulo]
Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Inclusione e disabilità
Titolo I disturbi dell’apprendimento e della disprassia attraverso l’osservazione e il potenziamento delle abilità trasversali
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi; docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Approfondire le modalità di osservazione e le azioni educativo-didattiche finalizzate alle competenze di base per lo sviluppo delle abilità grafo motorie e fonologiche
Durata e periodo Annuale: a.s. 2017/18
Istituto di riferimento IIS Einaudi di Chiari – CTI
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione) – 8 ore aprile 2018

 

 

  1. CONFERMATO [articolazione 1 modulo]
Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Inclusione e disabilità
Titolo  “D.Lgs. 66/2017 Inclusione e Linee Guida – L.107/2015 – principi pedagogici, aspetti significativi e innovativi”
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi; docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Consolidare le competenze in riferimento all’inclusione scolastica degli studenti con disabilità nell’applicazione corretta e significativa della normativa

Individuare pratiche e procedure per l’attuazione del nuovo decreto

Approfondire la conoscenza del modello bio-psico-sociale ICF  ai fini dell’elaborazione del Profilo di Funzionamento (previsto dal D.Lgs 66). Attività laboratoriale sulle seguenti tematiche contenute nella nuova normativa:

·      Principi generali

·      indicatori di qualità dell’inclusione scolastica

·      Iter di certificazione e profilo di funzionamento

·      Progetto Individuale

·      PEI, PAI,Gruppi per l’inclusione scolastica

Durata e periodo Annuale: a.s. 2017/18
Istituto di riferimento IIS Einaudi di Chiari – CTI
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione) – 10 ore – Marzo 2018

 

 

 4. Alternanza scuola – lavoro

 

  1. CONFERMATO [articolazione 2 moduli]
Area priorità COMPETENZE PER IL 21MO SECOLO. Scuola lavoro
Titolo Alternanza scuola lavoro
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Sviluppo delle competenze professionali dei docenti in relazione a:

–          problematiche connesse alla valutazione da parte dei cdc delle azioni di tirocinio curricolare nelle diverse forme di realizzazione (alternanza, IFS, project work…) in termini di competenze di cittadinanza e disciplinari da certificare al termine del corso di studi

–          problematiche connesse alla progettazione, predisposizione della documentazione e gestione in team delle azioni di impresa formativa simulata [nella forma della ricerca azione per gruppi di docenti del medesimo indirizzo di studi /liceo / IT / IP dello stesso istituto o di diverse scuole]

–          problematiche connesse alla progettazione, predisposizione della documentazione e gestione in team dei tirocini curricolari (azioni di alternanza scuola lavoro) [nella forma della ricerca azione per gruppi di docenti dello stesso istituto o di diverse scuole ma del medesimo indirizzo di studio

–          problematiche connesse alla progettazione, predisposizione della documentazione e gestione in team delle azioni di project work [nella forma della ricerca azione per gruppi di docenti del medesimo indirizzo di studi /liceo / IT / IP dello stesso istituto o di diverse scuole]

Durata e periodo Triennale, aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19:2^ annualità
Istituto di riferimento IIS Antonietti Iseo (IIS Gigli) –IIS Falcone (IIS Marzoli –IIS Einaudi)
Metodologie prevalenti Formazione in presenza / piattaforma e percorsi di ricerca-azione (ricognizione di buone pratiche, sperimentazione di strumenti e materiali…).

 

 

 5. Cittadinanza globale / integrazione multiculturale / sostenibilità [cfr indicazioni in Dlgs. 62/2017 su valutazione competenze 1° ciclo ed EdS, in nota MIUR del 6.10.17 (Orientamenti concernenti il Piano triennale dell’Offerta formativa) ed in CM 8.11.17 su formazione di ambito, II annualità; si veda corso n°5 sezione A II annualità del presente Piano]

 

  1. CONFERMATO [articolazione in 2 corsi di cui 1 in 2 moduli]
Area priorità COMPETENZE PER IL 21.MO SECOLO Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
Titolo Cittadinanza digitale: essere un cittadino digitale – conoscere e saper usare la rete
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisire conoscenze e competenze nell’uso consapevole delle tecnologie digitali, in particolare dei social.

Sviluppare un’attitudine critica e riflessiva nei confronti delle informazioni disponibili in rete specie da parte dei minorenni.

Favorire un uso efficace e responsabile dei mezzi di comunicazione interattivi attraverso l’acquisizione della consapevolezza delle opportunità e dei potenziali rischi della rete e della comunicazione tramite i supporti elettronici.

Avere consapevolezza della natura dell’identità digitale e della web reputation

Durata e periodo Biennale, aa.ss. 2017/18-2018/19: 1^ annualità
Istituto di riferimento IIS Antonietti Iseo – IIS Marzoli Palazzolo s/O; IC Cazzago San Martino
Metodologie prevalenti Modalità mista (in relazione alle specifiche iniziative) : lezioni frontali – dimostrative, esercitazioni e supporto on-line, ricerca-azione, workshops formazione e-learning su piattaforma

 

 

 6. Cultura dell’infanzia [cfr indicazioni CM 8.11.17 su formazione di ambito, II annualità, ove si precisa la realizzazione di almeno 2 iniziative formative rivolte a docenti della scuola dell’infanzia statale ed a docenti ed educatori di altri comparti educativi + Dlgs. 65 / 2017]

 

  1. CONFERMATO (integrato) [articolazione in 3 moduli]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo La pratica psicomotoria come strumento di osservazione dell’alunno
Destinatari Docenti Scuola dell’Infanzia
Finalità / traguardi formativi attesi Affinare nei docenti l’osservazione e l’attenzione alla corporeità, al benessere e all’attività psicomotoria del bambino, precondizioni dell’azione educativa stessa, promotrice di un itinerario di maturazione, dal movimento al pensiero.
Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18 – 2018-19: 1^ annualità
Istituti di riferimento IC Castegnato (Provaglio – Iseo – Ospitaletto) + Palazzolo (Palazzolo1 – Palazzolo2- Pontoglio – Capriolo) + Castrezzato (Cologne – Chiari 1 e 2 – Castelcovati)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 7. Area delle lingue straniere [cfr indicazioni CM 8.11.17 su formazione di ambito, II annualità, ove si precisa che per 1° ciclo si dovranno emanare ulteriori istruzioni e che nel 2° ciclo dovranno essere evitate sovrapposizioni con percorsi metodologici CLIL]

 

  1. CONFERMATO [articolazione in 2 moduli]
Area priorità COMPETENZE PER IL 21.MO SECOLO. Lingue straniere
Titolo Formazione linguistica dei docenti DNL
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Formazione di docenti in vista della certificazione linguistica livelli A2 – B1 e livelli B2 e C1, idonei a supportare la didattica CLIL secondo quanto previsto dagli ordinamenti vigenti – lingue impartite negli istituti della Rete
Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2017/18– 2018/19: 1^ annualità
Istituto di riferimento IIS Falcone di Palazzolo s/O – IIS Antonietti Iseo
Metodologie prevalenti Metodologie della didattica delle lingue straniere (lezioni interattive, laboratorio linguistico ecc.)

 

 

  1. CONFERMATO (integrato) [articolazione in 5 moduli]
Area priorità COMPETENZE PER IL 21MO SECOLO. Lingue Straniere
Titolo Formazione CLIL dei docenti DNL
Destinatari Docenti di scuola primaria e scuola Secondaria di primo grado
Finalità / traguardi formativi attesi Miglioramento della competenza comunicativa in lingua inglese funzionale all’attivazione di progetti linguistici/attività CLIL.

Condivisione di approccio metodologico CLIL per l’insegnamento in L2 (inglese e altre lingue europee) di discipline non linguistiche.

Condivisione tra docenti dell’Ambito 9 di progettazione di esperienze di apprendimento situato in modalità CLIL con l’uso di strumenti digitali innovativi.

Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18-2018/1: 1^ annualità
Istituti di riferimento IC Iseo (Provaglio – Corte Franca – Sale Marasino); Cologne (Palazzolo – Coccaglio), Adro (Capriolo – Palazzolo – Rovato); Chiari (Castrezzato – Pontoglio – Trenzano – Castelcovati-Rudiano); Rodengo (Ome – Cazzago – Castegnato –Ospitaletto – Travagliato)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

8. Autonomia organizzativa e didattica [cfr indicazioni CM 8.11.17 e questionario rilevazione esigenze formative dell’ambito del gennaio 2017]

 

  1. CONFERMATO [articolazione in …….. moduli]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Autonomia didattica e organizzativa
Titolo Scuole sicure. Salute e Sicurezza a scuola – Art. 37 D.L.vo 81/2008
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Garantire la formazione completa obbligatoria di 8 ore (ed aggiornamento quinquennale di 6 ore) per il personale docente prevista dall’art. 37 del D.L.vo 81/2008.

Formazione generale: concetti di rischio, danno, prevenzione; organizzazione della prevenzione nella scuola; diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti (Datore di Lavoro, Dirigenti, Preposti; Lavoratori, ecc.); ambienti di lavoro.

Formazione specifica: rischio incendio, terremoto e gestione delle emergenze, rischio elettrico, rischio chimico, D.P.I..

Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18-2018/19: 1^ annualità
Istituti di riferimento IC Cazzago San Martino + ………………….
Metodologie prevalenti Lezioni in presenza.

 

  1. [vedi corso personale ATA] CONFERMATO [articolazione in 1 modulo]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Autonomia didattica e organizzativa
Titolo Scuole sicure. La formazione di figure specifiche in materia di salute e sicurezza
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Formazione specifica per tutte le figure sensibili previste dalla normativa di settore e formazione specifica per personale addetto alla somministrazione dei farmaci
Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18-2018/19: 1^ annualità
Istituti di riferimento IIS Falcone di Palazzolo s/O
Metodologie prevalenti Formazione in presenza mediante lezioni frontali ed esame finale

 

 

9. Valutazione degli apprendimenti / valutazione formativa / ruolo nuove prove INVALSI / certificazione delle competenze/ nuovi esami di stato [cfr indicazioni CM 8.11.17 + Dlgs. 62/2017 e DM 741-742/2017]

 

  1. CONFERMATO [articolazione in 1 modulo] (SI RIPROPONE corso n°6 del 2016-17)
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze: la valutazione delle competenze attraverso l’uso di prove standardizzate
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisire consapevolezza di una valutazione delle competenze attraverso la costruzione / sistemazione di prove strutturate a sostegno della didattica.
Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2016/17-2017/18: 2^ annualità
Istituti di riferimento IC Rodengo (Iseo-Ome-Provaglio-Corte Franca)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

NB: RIENTRA IN QUESTA TEMATICA IL PROGETTO n°2 DEL TEMA A (II ANNUALITÀ) che prevede un’articolazione in 7 corsi

 

10. Cultura artistica e musicale: [cfr indicazioni CM 8.11.17 + Dlgs. 60/2017]; in CM 8.11.17 si precisa la realizzazione di almeno 1 iniziativa formativa: non sono al momento ipotizzate iniziative formative sul tema per le scuole secondarie di II grado

 

  1. CONFERMATO (integrato) [articolazione in 2 corsi]        (SI RIPROPONE corso n°9 2016-17)
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze: Parlo, Canto, Suono
Destinatari Docenti Scuola Primaria degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Consolidare competenze docenti a sostegno di percorsi di apprendimento musicale orientato alla didattica per competenze.

1° livello (infanzia +biennio primaria): abilità meta fonologiche

2° livello: docenti primaria

Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2016/17 –  2017/18: 2^ annualità
Istituto di riferimento 1° livello: IC Rudiano (con sede a Rovato) (Iseo –Castrezzato – Palazzolo1 – Cologne – Provaglio – Capriolo – Cazzago -Ome)

2° livello: IC Rudiano (Rodengo – Cazzago – Cologne –Ospitaletto – Provaglio – Corte Franca – Castelcovati)

Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

 

 

A.S. 2018-19 [E.F. 2018]

 

  1. Didattica per competenze e didattiche innovative per 1° (e 2°) ciclo

 

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologia
Titolo Le competenze del docente in una dimensione inclusiva: laboratorio per le competenze. Strumenti e metodologie per l’apprendimento.
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisire padronanza e consapevolezza delle competenze pedagogiche trasversali, ed in particolare quelle di tipo relazionale, psico –  pedagocico e sociale.

Approfondire la padronanza delle principali innovazioni metodologiche e didattiche orientate alle competenze.

Gestire la relazione educativa attraverso l’innovazione metodologico – didattica.

§  Indagare, organizzare, ascoltare e osservare le dinamiche di una classe.

Durata e periodo Triennale, aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19:3^ annualità
Istituto di riferimento IIS Einaudi di Chiari  + IIS Marzoli di Palazzolo s/O
Metodologie Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione)

 

 

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze: dalla progettazione dei curricula alla valutazione attraverso scelte metodologiche consapevoli
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisire consapevolezza di una didattica orientata alle competenze attraverso la costruzione / sistemazione di curricula disciplinari e di strumenti operativi a sostegno della didattica e del processo di valutazione.
Durata e periodo Triennale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19: 3^annualità
Istituti di riferimento IC Cazzago San Martino – Chiari 1 – Rovato – Rudiano –  Provaglio – Sale Marasino – Ospitaletto
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo Didattica orientata alle competenze. Pensiero computazionale: competenze, abilità, conoscenze.
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Avviare esperienze di didattica che promuovano il pensiero computazionale: imparare le basi della programmazione informatica, a “dialogare” con il computer, a impartire alla macchina comandi in modo semplice e intuitivo.

Educare i più piccoli al pensiero computazionale [capacità di risolvere problemi – anche complessi – applicando la logica, ragionando passo dopo passo sulla strategia migliore per arrivare alla soluzione].

Coding per la matematica.  Continuazione dell’attività sul pensiero computazionale, implementando un percorso sulla matematica:

problemi aperti / chiusi – coordinate –  calcoli – disegno geometrico, con particolare riferimento alle regolarità

Durata e periodo Triennale: aa.ss. 2016/172017/18-2018/19: 3^annualità
Istituti di riferimento IC Provaglio Iseo/Corte Franca (Iseo-Rodengo-Cologne-Adro-Capriolo-Cazzago)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale
Titolo Didattica orientata alle competenze: valutazione delle competenze di cittadinanza.
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi
Finalità / traguardi formativi attesi Costruire strumenti di analisi e di osservazione in itinere delle competenze di cittadinanza promosse durante tutto il ciclo scolastico nell’ottica della valutazione.
Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18-2018/19. 2^ annualità
Istituti di riferimento IC. Cologne (Iseo-Castrezzato-Rodengo-Palazzolo1-Capriolo)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

 

2. Insuccesso scolastico e contrasto a dispersione

Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Coesione sociale – prevenzione del disagio sociale
Titolo Orientamento e riorientamento e lotta alla dispersione
Destinatari Docenti degli Istituti Secondari di I grado e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado – 1^ biennio
Finalità / traguardi formativi attesi Formare i docenti sui temi delle dinamiche relazionali dei gruppi classe e sull’ acquisizione/sviluppo di competenze finalizzate a leggere i segnali di disagio manifestati dagli studenti per imparare a gestirli.

Imparare ad individuare l’aspetto formativo delle discipline negli interventi quotidiani in classe al fine di permettere ai docenti di sviluppare percorsi di studio multidisciplinari attenti alle attitudini di cui i soggetti in apprendimento sono portatori.

Conoscere i diversi indirizzi di Scuola Secondaria di II° grado, le loro caratteristiche, le peculiarità delle discipline di indirizzo per aiutare gli studenti a coglierne gli aspetti fondanti da coniugare con le proprie competenze ed il progetto di vita di ciascuno.

Durata e periodo Biennale, aa.ss. 2017/18-2018/19: 2^ annualità
Istituto di riferimento IIS Marzoli di Palazzolo s/O (IIS Falcone, IIS Einaudi; IC Palazzolo 1 e 2, Chiari 1 e 2, Coccaglio, Monte Orfano, Rudiano, Castelcovati, Castrezzato, Pontoglio, Trenzano); IIS Antonietti di Iseo (IIS Gigli; IC Adro, Iseo, Rovato, Capriolo, Cortefranca, Ome, Ospitaletto, Rodengo, Castegnato, Cazzago, Passirano, Provaglio, Sale M., Travagliato)
Metodologie prevalenti Sessioni informative (es. open day per docenti del I° ciclo presso istituti del II° ciclo; lezioni in presenza e workshop; uso di piattaforma per gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici e di ricerca – azione.

 

 

3. Inclusione e disabilità

 

Area priorità COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA. Inclusione e disabilità
Titolo Competenze per una scuola inclusiva
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi; docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Conoscere-riconoscere i SEN (Special Educational Needs); riconoscere e lavorare con stili di apprendimento diversi; riconoscersi e lavorare con stili di insegnamento diversi; padronanza di metodologie pratiche, tecniche di differenziazione per “adattare” il proprio stile di insegnamento alla complessità ed alle diversità presenti in classe; conoscere approcci educativi centrati sull’allievo per aumentare presenti in classe; conoscere approcci educativi centrati sull’allievo per aumentare il potenziale di apprendimento; valutazione per l’apprendimento, valutazione dell’apprendimento; supporti tecnici didattici e strategie
Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2017/18-2018/19: 2^ annualità
Istituto di riferimento IIS Gigli di Rovato (istituti ambito 9)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione)

 

4. Alternanza scuola – lavoro

 

Area priorità COMPETENZE PER IL 21MO SECOLO. Scuola lavoro
Titolo Alternanza scuola lavoro
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Sviluppo delle competenze professionali dei docenti in relazione a:

–          problematiche connesse alla valutazione da parte dei cdc delle azioni di tirocinio curricolare nelle diverse forme di realizzazione (alternanza, IFS, project work…) in termini di competenze di cittadinanza e disciplinari da certificare al termine del corso di studi

–          problematiche connesse alla progettazione, predisposizione della documentazione e gestione in team delle azioni di impresa formativa simulata [nella forma della ricerca azione per gruppi di docenti del medesimo indirizzo di studi /liceo / IT / IP dello stesso istituto o di diverse scuole]

–          problematiche connesse alla progettazione, predisposizione della documentazione e gestione in team dei tirocini curricolari (azioni di alternanza scuola lavoro) [nella forma della ricerca azione per gruppi di docenti dello stesso istituto o di diverse scuole ma del medesimo indirizzo di studio

–          problematiche connesse alla progettazione, predisposizione della documentazione e gestione in team delle azioni di project work [nella forma della ricerca azione per gruppi di docenti del medesimo indirizzo di studi /liceo / IT / IP dello stesso istituto o di diverse scuole]

Durata e periodo Triennale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19:3^ annualità
Istituto di riferimento IIS Antonietti Iseo (IIS Gigli) –IIS Falcone (IIS Marzoli –IIS Einaudi)
Metodologie prevalenti Formazione in presenza / piattaforma e percorsi di ricerca-azione (ricognizione di buone pratiche, sperimentazione di strumenti e materiali…).

 

5. Cittadinanza globale / integrazione multiculturale / sostenibilità

 

Area priorità COMPETENZE PER IL 21.MO SECOLO Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
Titolo Cittadinanza digitale: essere un cittadino digitale – conoscere e saper usare la rete
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisire conoscenze e competenze nell’uso consapevole delle tecnologie digitali, in particolare dei social.

Sviluppare un’attitudine critica e riflessiva nei confronti delle informazioni disponibili in rete specie da parte dei minorenni.

Favorire un uso efficace e responsabile dei mezzi di comunicazione interattivi attraverso l’acquisizione della consapevolezza delle opportunità e dei potenziali rischi della rete e della comunicazione tramite i supporti elettronici.

Avere consapevolezza della natura dell’identità digitale e della web reputation

Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2017/18-2018/19: 2^ annualità
Istituto di riferimento IIS Antonietti Iseo – IIS Marzoli Palazzolo s/O; IC Cazzago San Martino
Metodologie   prevalenti Modalità mista (in relazione alle specifiche iniziative) : lezioni frontali – dimostrative, esercitazioni e supporto on-line, ricerca-azione, workshops formazione e-learning su piattaforma

  

 6. Cultura dell’infanzia

 

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Didattica per competenze e innovazione metodologica
Titolo La pratica psicomotoria come strumento di osservazione dell’alunno
Destinatari Docenti Scuola dell’Infanzia
Finalità / traguardi formativi attesi Affinare nei docenti l’osservazione e l’attenzione alla corporeità, al benessere e all’attività psicomotoria del bambino, precondizioni dell’azione educativa stessa, promotrice di un itinerario di maturazione, dal movimento al pensiero.
Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18 – 2018-19: 2^ annualità
Istituti di riferimento IC Castegnato (Provaglio – Iseo – Ospitaletto) + Palazzolo (Palazzolo1 – Palazzolo2- Pontoglio – Capriolo) + Castrezzato (Cologne – Chiari 1 e 2 – Castelcovati)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

7. Area delle lingue straniere

 

Area priorità COMPETENZE PER IL 21.MO SECOLO. Lingue straniere
Titolo Formazione CLIL dei docenti DNL
Destinatari Docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Formazione di docenti in vista della certificazione linguistica livelli A2 – B1 e livelli B2 e C1, idonei a supportare la didattica CLIL secondo quanto previsto dagli ordinamenti vigenti – lingue impartite negli istituti della Rete
Durata e periodo Biennale, aa.ss. 2017/18- 2018/19: 2^ annualità
Istituto di riferimento IIS Falcone di Palazzolo s/O – IIS Antonietti Iseo
Metodologie prevalenti Metodologie della didattica delle lingue straniere (lezioni interattive, laboratorio linguistico ecc.)

 

Area priorità COMPETENZE PER IL 21MO SECOLO. Lingue Straniere
Titolo Formazione CLIL dei docenti DNL
Destinatari Docenti di scuola primaria e scuola Secondaria di primo grado
Finalità / traguardi formativi attesi Miglioramento della competenza comunicativa in lingua inglese funzionale all’attivazione di progetti linguistici/attività CLIL.

Condivisione di approccio metodologico CLIL per l’insegnamento in L2 (inglese e altre lingue europee) di discipline non linguistiche.

Condivisione tra docenti dell’Ambito 9 di progettazione di esperienze di apprendimento situato in modalità CLIL con l’uso di strumenti digitali innovativi.

Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18-2018/19: 2^ annualità
Istituti di riferimento IC Iseo (Provaglio – Corte Franca – Sale Marasino); Cologne (Palazzolo – Coccaglio), Adro (Capriolo – Palazzolo – Rovato); Chiari (Castrezzato – Pontoglio – Trenzano – Castelcovati-Rudiano); Rodengo (Ome – Cazzago – Castegnato –Ospitaletto – Travagliato)
Metodologie prevalenti Modalità mista (lezioni in presenza e in remoto, gruppi di autoapprendimento, laboratori tematici, ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e materiali)

 

8. Autonomia organizzativa e didattica

 

Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Autonomia didattica e organizzativa
Titolo Scuole sicure. Salute e Sicurezza a scuola – Art. 37 D.L.vo 81/2008
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Garantire la formazione completa obbligatoria di 8 ore (ed aggiornamento quinquennale di 6 ore) per il personale docente prevista dall’art. 37 del D.L.vo 81/2008.

Formazione generale: concetti di rischio, danno, prevenzione; organizzazione della prevenzione nella scuola; diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti (Datore di Lavoro, Dirigenti, Preposti; Lavoratori, ecc.); ambienti di lavoro.

Formazione specifica: rischio incendio, terremoto e gestione delle emergenze, rischio elettrico, rischio chimico, D.P.I..

Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18-2018/19: 2^ annualità
Istituti di riferimento IC Cazzago San Martino+…………………….
Metodologie prevalenti Lezioni in presenza.

 

  1. [vedi corso personale ATA]
Area priorità COMPETENZE DI SISTEMA. Autonomia didattica e organizzativa
Titolo Scuole sicure. La formazione di figure specifiche in materia di salute e sicurezza
Destinatari Docenti degli Istituti Comprensivi e docenti degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Formazione specifica per tutte le figure sensibili previste dalla normativa di settore e  formazione specifica per personale addetto alla somministrazione dei farmaci
Durata e periodo Biennale: aa.ss.2017/18-2018/19: 2^ annualità
Istituti di riferimento IIS Falcone di Palazzolo s/O
Metodologie prevalenti Formazione in presenza mediante lezioni frontali ed esame finale

 

 

9. Valutazione degli apprendimenti / valutazione formativa / ruolo nuove prove INVALSI / certificazione delle competenze/ nuovi esami di stato

 

///

 

10. Cultura artistica e musicale:

 

///

 

 

AZIONI FORMATIVE DA PROMUOVERE [ambito ATA]

[da dettagliare in prossima riunione assemblea generale di ambito]

A.S. 2016-17 [E.F. 2016]

  1. EFFETTUATO [articolato in 2 moduli]
Area priorità AREA A – collaboratori scolastici
Titolo L’accoglienza, la vigilanza, la comunicazione, l’assistenza agli alunni con disabilità: essere collaboratori scolastici oggi
Destinatari Collaboratori scolastici degli Istituti Comprensivi (Primaria e Secondaria di I grado) e degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi ////////
Durata e periodo Annuale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19
Istituto di riferimento IIS Falcone di Palazzolo s/O
Metodologie prevalenti Si veda quanto previsto da nota MIUR 22.12.16 – Piano di formazione per il personale ATA, a.s. 2016-17, paragrafo 3°

 

  1. NON EFFETTUATO
Area priorità AREA B –  assistenti amministrativi
Titolo Essere assistenti amministrativi nell’amministrazione digitale
Destinatari Assistenti amministrativi degli Istituti Comprensivi (Primaria e Secondaria di I grado) e degli Istituti di istruzione secondaria di II grado
Finalità / traguardi formativi attesi Acquisizione competenze in materia di contratti e procedure amministrativo –contabili (fatturazione elettronica, gestione della trasparenza e dell’albo on line, protocolli di rete, neoassunti..)
Durata e periodo Annuale: aa.ss. 2016/17-2017/18-2018/19
Istituto di riferimento IIS Falcone di Palazzolo s/O
Metodologie prevalenti Si veda quanto previsto da nota MIUR 22.12.16 – Piano di formazione per il personale ATA, a.s. 2016-17, paragrafo 3°

 

 

A.S. 2017-18 [E.F. 2017]

 

  1. [cfr Area tematica H, progetto n° 2, a.s. 2017-18]

CONFERMATO [articolazione in 1 modulo]

Area priorità Tutte le aree
Titolo Partecipazione a gestione emergenza e 1° soccorso
Destinatari CC.SS – AA- AT- DSGA
Finalità / traguardi formativi attesi Formazione specifica per tutte le figure sensibili previste dalla normativa di settore e formazione specifica per personale addetto alla somministrazione dei farmaci
Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2017/18-2018/19: 1^ annualità
Istituto di riferimento IIS Falcone di Palazzolo s/O
Metodologie prevalenti Formazione in presenza mediante lezioni frontali ed esame finale

 

 

  1. DA CONFERMARE [articolazione in 2 moduli?]
Area priorità AREA B – assistenti amministrativi
Titolo Per una formazione in servizio degli assistenti amministrativi. Specie di nuova nomina, nella logica della cultura del risultato e non del semplice adempimento: contratti e procedure amministrativo – contabili (fatturazione elettronica, gestione della trasparenza e dell’albo on line, protocolli di rete, neoassunti..); procedure digitali su SIDI
Destinatari Assistenti amministrativi
Finalità / traguardi formativi attesi  
Durata e periodo Biennale: aa.ss. 2017/18-2018/19: 1^ annualità
Istituto di riferimento Da definire
Metodologie prevalenti Modalità mista (incontri in presenza e in remoto, gruppi di ricerca – azione, sperimentazione di strumenti e buone pratiche)

 

 

A.S. 2018-19 [E.F. 2018]

 

Interventi formativi da decidere

 

 

  1. MODALITA’ DI SODDISFAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI EMERSI

Il livello provinciale/regionale/nazionale: azione dell’Amministrazione e dei soggetti erogatori di aggiornamento istituzionalmente qualificati o accreditati dal Ministero.

I docenti ed il personale ATA della rete dell’ambito 9 possono fruire, per il soddisfacimento delle proprie esigenze formative, oltre che delle iniziative poste in essere dalle singole istituzioni scolastiche dell’ambito o dalle reti di scopo di volta in volta attivate al suo interno, anche dei corsi che fanno parte del Piano di formazione triennale di ambito e delle azioni di aggiornamento promosse, oltre che dall’Amministrazione a livello provinciale (ad esempio dal Coordinamento delle reti di ambito della provincia di Brescia) / regionale / nazionale, dai

soggetti qualificati per la formazione del personale (cfr. CCNL 2006-09, art.67; CIR Lombardia 10-11, art. 2, c.6)

  1. soggetti istituzionalmente qualificati [Università e consorzi universitari ed interuniversitari; istituti pubblici di ricerca; associazioni professionali], con i quali ogni singola scuola può collaborare;
  2. soggetti considerati qualificati dal Ministero sulla base dell’esame dei requisiti: associazioni disciplinari, enti pubblici e privati;
  3. soggetti accreditati dal Ministero sulla base dei requisiti indicati dal CCNL art. 67, c.3 e 5.

 

in quanto le azioni formative dei soggetti sopra indicati sono automaticamente riconosciute dal Ministero.

 

 

 

Piano triennale di formazione del personale dell’ambito 9 riesaminato in riunione GdV – CTS del 22.11.2017 e da correggere / integrare in attesa dell’indicazione dei fondi a disposizione dell’ambito.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi