Ultima modifica: 9 Dicembre 2019

CONTINUITA’: scuola dell’infanzia – scuola primaria

“Tra il rendere le cose troppo facili
o il renderle troppo difficili
sta la vitalità e la creatività di un bambino”

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

impronteIl progetto continuità nasce dall’esigenza di individuare strategie educative atte a favorire il passaggio degli alunni fra i diversi ordini di scuola in maniera serena e graduale.
Il progetto è rivolto ai bambini che frequentano l’ultimo anno di scuola dell’infanzia, agli alunni del primo e ultimo anno della scuola primaria, ai docenti e alle famiglie.
Il progetto Continuità, come prevedono le Indicazioni Nazionali, pone “l’accento sulle esigenze di flessibilità, di continuità e di gradualità legate al rispetto dei ritmi naturali di apprendimento degli alunni.”
La continuità diviene dunque obiettivo di una pratica quotidiana che coinvolge tutti gli operatori della scuola.
Il percorso, a partire dalle iniziative e attività già presenti nell’Istituto, mira a rendere sistematico l’occasionale, coerentemente con le indicazioni presenti nel Piano dell’Offerta Formativa.

Il piano di lavoro si articola nelle seguenti fasi:
– progetto accoglienza;
– modalità per lo scambio di informazioni tra i due ordini di scuola;
– continuità scuola-famiglia.

 

MODALITÀ DI INTERVENTO

Il Progetto Accoglienza ha come obiettivo la valorizzazione dei vissuti e saperi dei bambini e prevede:
– la definizione di un calendario delle riunioni per illustrare la realtà pedagogico-didattiche dei due ordini di scuola, il percorso didattico e le attività svolte dai bambini nell’arco della frequenza della scuola dell’infanzia;
– la realizzazione di un open day nel quale i bambini partecipano a microlaboratori;
– la definizione di un calendario delle visite degli insegnanti della scuola primaria alle scuole dell’infanzia, al fine di conoscere i bambini nel loro ambiente quotidiano, i lavori realizzati, le modalità didattiche perseguite;
– il monitoraggio degli allievi dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia per l’individuazione di eventuali difficoltà di apprendimento.

 

MODALITÀ PER LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI

Per i bambini in entrata alla scuola primaria è prevista l’elaborazione di una serie di lavori, frutto dell’accordo degli insegnanti dei due ordini di scuola.
Essi comprendono:
– un’area grafico-pittorica di presentazione realizzata dai bambini
– un’area comportamentale e socio-relazionale
– un’area cognitiva.
Tale “documento” intende evidenziare il contesto educativo, le modalità di apprendimento, gli aspetti relativi all’autonomia e allo stile cognitivo e relazionale di ciascun bambino, le esperienze realizzate, con particolare attenzione all’ultimo anno della scuola dell’infanzia.
Il “documento” di passaggio potrà essere integrato e completato con informazioni utili per la composizione delle classi.

 

CONTINUITA’ SCUOLA-FAMIGLIA

La continuità fra scuola e famiglia ha come obiettivo quello di favorire la collaborazione mettendo i genitori in grado di sostenere i figli nel passaggio da una scuola all’altra.
Viene realizzato un incontro nel plesso della scuola primaria con la presenza del Dirigente Scolastico, insegnanti e genitori, per illustrare finalità, modalità didattico-organizzative e il P.T.O.F.

 

CALENDARIO

Dicembre
Open day: i bambini dell’infanzia partecipano a microlaboratori al sabato mattina
Classi/Sezioni coinvolte: ultimo anno scuola infanzia / quinte

Febbraio
Le insegnanti della scuola primaria si recano presso le scuole dell’infanzia per osservare i bambini durante lo svolgimento delle schede concordate. Segnalazione alla referente della presenza di alunni con certificazione o problematiche particolari che portino ad essa.
Classi/ Sezioni coinvolte: ultimo anno scuola infanzia (insegnanti)/ quinte (insegnanti)

Giugno
Le insegnanti delle rispettive scuole si confrontano evidenziando le informazioni essenziali di ogni singolo alunno. Si ritiene opportuna la compilazione di una scheda specifica nel caso in cui l’alunno manifesti problematiche particolari.
Classi/ Sezioni coinvolte: ultimo anno scuola infanzia

Settembre
Formazione di gruppi sulla base delle osservazioni raccolte, attuazione di attività
destrutturate e delle prove sotto riportate che prevedano la rotazione di tutti gli insegnanti del gruppo docente. Colloqui individuali tra docenti e genitori. Comunicazione da parte del Dirigente Scolastico dell’avvenuta formazione delle classi ed attribuzione dei relativi docenti.

ITALIANO
PROVA PRELIMINARE DI CONCETTUALIZZAZIONE DELLA LINGUA SCRITTA
PROVA DI COMPRENSIONE: “Un cane incontra un gatto”
PROVA DI COMPRENSIONE SINTATTICA
PROVA DI DENOMINAZIONE DEGLI OGGETTI
PROVA DI SEGMENTAZIONE FONEMICA PROVA DI FUSIONE FONEMICA

MATEMATICA
GIOCO DELLE CARTE: EQUIVALENZA – PREVALENZA – ORDINAMENTO
PROVA DI RICONOSCIMENTO DI CIFRE
PROVA DI COMPETENZA LOGICA: CLASSIFICAZIONE
SPAZIO TEMPO
PROVE DI DOMINANZA: MANO – OCCHIO – PIEDE PROVA DI DISCRIMINAZIONE PERCETTIVA
PROVA DI PERCEZIONE GLOBALE
PROVA DI PERCEZIONE SEQUENZIALE
PROVA DI CONOSCENZA DEI RAPPORTI EUCLIDEI PROVA DI CAPACITA’ DI PIANIFICAZIONE
PROVA DI ATTENZIONE
PROVA DI SEQUENZE DA RIORDINARE PROVE SUL RAPPORTO CAUSA EFFETTO MOTIVAZIONI

 

FINALITA’ EDUCATIVE

– consentire ai bambini della scuola dell’infanzia di conoscere l’ambiente della scuola primaria;
– stimolare negli alunni della scuola primaria un senso di responsabilità nei confronti dei compagni più piccoli;
– realizzare fra gli insegnanti uno scambio di informazioni utili alla conoscenza dei bambini e dei percorsi didattici da loro effettuati.

 

OBIETTIVI PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

– favorire la conoscenza degli spazi, degli ambienti della scuola primaria;
– favorire la riflessione personale e collettiva circa le attese nei confronti della scuola primaria;
– favorire l’approccio a modalità didattiche specifiche della scuola primaria;
– favorire un passaggio alla scuola successiva consapevole, motivato e sereno.

 

PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA

– sperimentare e valutare il senso di responsabilità;
– condividere esperienze sviluppando lo spirito di collaborazione;
– promuovere il piacere ad aiutare gli altri.

 

METODOLOGIE

Gioco, esplorazione, ricerca.

 

PERSONE COINVOLTE

Docenti, alunni, genitori della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi