Ultima modifica: 18 Ottobre 2019

Elezioni dei rappresentanti dei genitori nel Consiglio di Classe, Interclasse e Sezione

Si comunica ai genitori che le elezioni per la rappresentanza dei genitori all’interno degli organi collegiali annuali inizieranno da lunedì 21 ottobre 2019 con il calendario sotto riportato:

 

Lunedì 21 Ottobre 2019:
PRIMARIA
ore 16.30 – 17.30 Assemblea
ore 17.30 – 18.30 Operazioni di voto

 

Martedì 22 Ottobre 2019:
SECONDARIA
ore 16.30 – 17.30 Assemblea
ore 17.30 – 18.30 Operazioni di voto

 

Giovedì 24 ottobre 2019
INFANZIA
ore 16.00 – 17.00 Assemblea
ore 17.00 – 18.00 Operazioni di voto

 

Per il dettaglio delle operazioni di voto è stata data comunicazione specifica cartacea.

 

Gli organi collegiali della scuola

La scuola italiana si avvale di organi di gestione, rappresentativi delle diverse componenti scolastiche, interne ed esterne alla scuola: docenti, studenti e genitori. Questi organismi a carattere collegiale sono previsti a vari livelli della scuola (classe, istituto).
La funzione dei consigli di sezione/intersezione e classe è consultiva e propositiva.
Sono istituiti al fine di realizzare una partecipazione democratica alla gestione della scuola, dando ad essa il carattere di una comunità che interagisce con la più vasta comunità sociale e civile del territorio nel rispetto degli ordinamenti della scuola dello Stato, delle competenze e delle responsabilità proprie del personale direttivo e docente.

Il suo ruolo principale è l’approfondire i problemi dell’apprendimento e dello sviluppo della personalità degli alunni individuando le modalità migliori per stimolare e favorire entrambi.

 

Scuola dell’infanzia

Viene eletto il Consiglio di Intersezione. E’ costituito da tutti i docenti e da un genitore per ogni sezione.

 

Scuola Primaria

Viene eletto il Consiglio di Interclasse. E’ costituito da tutti i docenti della classe e un rappresentante dei genitori per ogni classe.

 

Scuola Secondaria

Viene eletto il Consiglio di classe. E’ costituito da tutti i docenti della classe e quattro rappresentanti dei genitori.

 

Operazioni di voto

Tutti i genitori (padre e madre) hanno diritto di voto per eleggere loro rappresentanti in questi organismi. E’ diritto di ogni genitore proporsi per essere eletto.

E’ costituito un solo seggio per ogni classe (uno per le prime, uno per le seconde…). Ogni elettore potrà esprimere preferenze, (1 per l’infanzia e la primaria, 2 per la secondaria) scrivendo sulla scheda il nome del/dei candidato/i.

Ciascun elettore potrà votare tante volte, anche in seggi diversi, quante sono le classi nelle quali figurano iscritti i propri figli. Possono esprimere il voto entrambi i genitori di ciascuno alunno.

 

 

 

 

DIRITTI E DOVERI DEL RAPPRESENTANTE DI CLASSE

 

Il rappresentante di classe ha il diritto di:

– farsi portavoce di problemi, iniziative, proposte, necessità della propria classe presso il Consiglio di cui fa parte;

– fornire il proprio parere in merito all’organizzazione di attività integrative e di iniziative di sostegno, alle condizioni ambientali in cui si svolge la vita scolastica (aule, banchi, servizi igienici, illuminazione, riscaldamento, attrezzature didattiche), all’organizzazione delle gite, alle visite d’istruzione, in merito all’adozione dei libri di testo;

– informare i genitori, mediante diffusione di relazioni, note, avvisi o altre modalità, previa richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico, circa gli sviluppi d’iniziative avviate o proposte dalla Direzione, dal corpo docente, dal Consiglio di Istituto;

– ricevere le convocazioni alle riunioni del Consiglio con almeno 5 giorni di anticipo;

– convocare l’assemblea della classe che rappresenta qualora i genitori la richiedano o egli lo ritenga opportuno. La convocazione dell’assemblea, se questa avviene nei locali della scuola, deve avvenire previa richiesta indirizzata al Dirigente, in cui sia specificato l’ordine del giorno;

– avere a disposizione dalla scuola il locale necessario alle riunioni di classe, purché in orari compatibili con l’organizzazione scolastica;

– essere convocato alle riunioni del Consiglio in cui è stato eletto.

 

 

 

Il rappresentante di classe NON ha il diritto di:

– occuparsi di casi singoli;

– trattare argomenti di esclusiva competenza degli altri Organi Collegiali della scuola (per esempio quelli inerenti la didattica ed il metodo di insegnamento, la valutazione degli alunni).

 

 

Il rappresentante di classe ha il dovere di:

– fare da tramite tra i genitori che rappresenta e l’istituzione scolastica;

– tenersi aggiornato riguardo la vita della scuola;

– presenziare alle riunioni del Consiglio in cui e’ eletto e a quelle del Comitato Genitori (di cui fa parte di diritto);

– informare i genitori che rappresenta sulle iniziative che li riguardano e sulla vita della scuola;

– farsi portavoce delle istanze presentate dai genitori;

– promuovere iniziative volte a coinvolgere nella vita scolastica le famiglie che rappresenta

– conoscere il Regolamento di Istituto;

– conoscere i compiti e le funzioni dei vari Organi Collegiali della Scuola.

 

 

Il rappresentante di classe NON e’ tenuto a:

– farsi promotore di collette o raccogliere denaro;

– comprare materiale necessario alla classe o alla scuola o alla didattica.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi