Ultima modifica: 11 Agosto 2017

Il «decreto-legge prevenzione vaccinale»

Si anticipano alcune informazioni fornite dal Ministero della salute relative al nuovo decreto legge sulla prevenzione vaccinale.

 

LE PRINCIPALI NOVITA’ IN SINTESI

1) NUOVI VACCINI OBBLIGATORI
le vaccinazioni obbligatorie e gratuite passano da quattro a dieci

2) AMMISSIONE A SCUOLA
Le dieci vaccinazioni obbligatorie divengono un requisito per l’ammissione all’asilo nido e alle scuole dell’infanzia (per i bambini da 0 a 6 anni). Per quest’anno la documentazione prevista per l’iscrizione a scuola dovrà essere presentata entro il 10 settembre 2017 per la scuola dell’Infanzia ed entro il 31 ottobre 2017 (per chi non l’avesse già fatto) per la scuola dell’obbligo; potrà essere sostituita da un’autocertificazione. In questo caso, i documenti ufficiali dell’avvenuta vaccinazione andranno presentati entro il 10 marzo 2018.

3) SANZIONI
la violazione dell’obbligo vaccinale comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 100 euro a 500 euro, proporzionata alla gravità dell’inadempimento.

 

I VACCINI OBBLIGATORI
Per i minori di età compresa tra 0 e 16 anni sono obbligatorie e gratuite – in base alle specifiche indicazioni del Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascuna coorte di nascita – le seguenti vaccinazioni:

a) obbligatorie
la vaccinazione anti-poliomielitica
la vaccinazione anti-difterica
la vaccinazione anti-tetanica
la vaccinazione anti-epatite B
la vaccinazione anti-pertosse
la vaccinazione anti-Haemophilus Influenzae tipo b

 

b) vaccinazioni obbligatorie, sino a diversa successiva valutazione
la vaccinazione anti-morbillo
la vaccinazione anti-rosolia
la vaccinazione anti-parotite
la vaccinazione anti-varicella.

Per effettuare le 10 vaccinazioni obbligatorie NON saranno necessarie 10 diverse punture.

Ai nati dal 2001 al 2016 devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascun anno di nascita.
I genitori potranno recarsi alla ASL per ricevere informazioni sulle modalità e i tempi di vaccinazione dei propri figli.


Gli adempimenti per l’iscrizione a scuola…
I Dirigenti scolastici e i responsabili dei servizi educativi hanno l’obbligo di richiedere, all’atto dell’iscrizione, alternativamente:

  • idonea documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni
  • idonea documentazione comprovante l’esonero per intervenuta immunizzazione per malattia naturale
  • idonea documentazione comprovante l’omissione o il differimento della somministrazione del vaccino
  • copia della prenotazione dell’appuntamento presso la azienda sanitaria locale.

La semplice presentazione alla ASL della richiesta di vaccinazione consente l’iscrizione a scuola, in attesa che la ASL provveda ad eseguire la vaccinazione (o a iniziarne il ciclo, nel caso questo preveda più dosi) entro la fine dell’anno scolastico.
Il genitore può anche autocertificare l’avvenuta vaccinazione. In tal modo ha tempo per presentare copia del libretto vaccinale sino al 10 luglio di ogni anno.

 

In allegato le schede informative del Ministero della Salute.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi